Etichette: , ,

Superpoteri (pukk-it)


Superpoteri

Veniva dileggiato, deriso, schivato. Se gli andava bene ignorato.
Nei giorni fortunati un operaio scambiava con lui due parole sul tempo.
Sapeva di tutto ciò, non era scemo; ma faceva parte delle sue responsabilità.
Non doveva badare ai comuni mortali. Il suo compito era concentrarsi, evitare i crolli, salvare vite...
Scavi, muri, mattoni, cemento... misure e ancora misure.
Una mano a stringere il polso, dietro la schiena, e ore e ore davanti ai cantieri.
Lo prendono per un vecchio inutile.
Loro non sanno, non immaginano... Da un grande potere...

1 commento:

  1. Ahaha ora si spiega tutto! D'ora in poi ne avrò certamente più rispetto!

    CervelloBacato

    RispondiElimina