Etichette: , , ,

"Le Grigie" di Alessandro Girola(epub)***

Non mi sono dimenticato del mio ereader, no, e ogni tanto ci leggo ancora qualcosa. Tipo a Santo Stefano, che il papi ha pensato bene di ravvivarci la giornata con una corsa in pronto soccorso e io, accorto, mi son detto eh no, col cazzo che poi sto lì una cifra di tempo senza saper che fare perché c'è più gente in attesa in sala che microbi in una balena putrefatta! E allora ho raccattato in fretta e furia il lettore e siccome sono ottimista ho cominciato con la cosa più corta che avevo dentro.
Questo mono racconto gratuito del buon McNab, ops, scusate, del buon Alessandro Girola, Le Grigie, che oramai ne annovera a decine. Anzi, riflettevo, che con i tempi che io posso dedicare alla letture, se dovessi pensare di leggere quel che scrive lui non leggerei altri, e anzi, non gli starei manco dietro. :D

Comunque, vi dico subito che il racconto è un finto 21 pagine, perché a pagina 15, quando mi sembrava finito, mi son chiesto, e che dovrà mai succedere ancora?!
E infatti non è successo niente, perché le sei pagine successive sono tutte di reclame e pubblicità dei suoi ebook, e adesso, col bene che ti voglio, Alex, 1/3 del prodotto in autopromozione è troppo anche me, che la reclame mi piace. Infatti ho skippato e chiuso lì, che tanto li conoscevo tutti ;)
Ma veniamo al racconto, che quindi si legge in una mezzora, anzi, anche meno. E' caruccio, sì. Come al solito è costruito su un background storico iper reale e approfondito, di modo che la vicenda raccontata (tre suore più o meno vecchie e molto inquietanti che gestiscono un orfanotrofio in piena Milano per fare esperimenti sui bambini, prese al momento della caduta del Regime fascista) del tutto credibile.
Molti, forse troppi dettagli, visto che a un certo punto sembra di essere in un manuale di storia di V superiore :) In effetti, va detto che è difficile trovare un altro modo che non sia dare contesto storico, per far apprezzare la storia, e quindi, alla fine, tutti i pensieri di Adelmo e Zeno che ci raccontano anche del Duce e delle sorti del Paese sono necessari e ci stanno. 
Zeno e Adelmo, dicevamo, in missione per portare via, salvandole dai partigiani, queste tre suore, una molto anziana e altrettanto inquietante e le altre due, che insomma, tanto normali non paiono. Il tutto per fare un favore ai nazisti, che non hanno nessuna voglia di perdere i loro esperimenti, a quanto pare molto importanti, soprattutto con le cose che si mettono male.
Riusciranno a scappare? E se sì, come? E che fine faranno... 
Avrete capito che ci sono elementi esoterici e oscuri che si mescolano alla storia, in una soluzione finale che non è del tutto prevedibile. Giudizio? Si legge bene, dai. Un raccontino discreto che piacerà a chi ama questo genere di storia e magari sarà apprezzato di più da chi ama quel periodo storico. Forse, appunto, c'è molto contesto e non troppi accadimenti, ma alla fine, è questione di gusti. :) 
E poi è gratis, cosa rompete le palle, fate prima a scaricarlo e leggerlo che a pensarci sopra. Ah, bella copertina, a me piace assai.
E adesso mettiamogli due voti sul Pub e il prossimo vediamo di leggere la nuova cosa di Simone Tempia, anche se è in pdf.

Nessun commento:

Posta un commento