Etichette: , ,

KAHLOUBRHA (breve racconto fantastico)


Guardate che bello! No, non dico il quadro, dico vederlo lì nella cornice.
Sì perché il regalo del papi ieri è stato farmi fare la cornice a questo brutto quadro, che ho dipinto perché mi andava di dare corpo d'olio su tela al mio racconto di un bel po' di tempo fa, KAHLOUBRHA, che alcuni di voi avranno già letto ma che, essendo già in epub, ed essendo già editato dal Bonfanti, ed essendo già stato pubblicato in ebook, ed essendo stato pubblicato anche su Tracce d'eternità eoni fa, insomma... posso ben metterci un riferimento anche i questo blog, alla sezione degli ebook e regalarvelo, se vi va di averlo.
E' un racconto fantastico, o weird, mettetela come volete, non molto lungo, ed è un omaggio a uno tra gli scrittori italiani che stimo e adoro e che tanto mi hanno dato, dalle loro righe. Non vi dico chi, perché potrei rovinare la lettura a chi non l'ha mai letto, kahloubhra, ma ha letto il racconto a cui è ispirato. Siamo in toscana, lungo l'argine dell'Arno, è c'è un pesce strano e gigantesco, in quelle acque misteriose.
Per averlo in formato epub (ma anche in pdf eh) si fa nel solito modo... NON si scarica, ma si chiede via mail alla mail della pagina dei contatti. Io ve lo spedirò.
E come al solito, non è gratis, ma lo pagate con la fatica del richiederlo, e se vi piace, il modo di comunicarmelo è dirlo ad altri, diffonderlo, condividerlo... cose così, insomma.

2 commenti:

  1. Non male, sì... e avevo ragione, quando nella mail ti ho detto che.
    In effetti è vero, perde parte della magia, se non si è letto "Il ", ma si regge in piedi anche da solo. E' una versione moderna e verosimile. Mi è piaciuto assai!
    Pure il finale.
    Omaggi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sì, infatti sai una cosa che ho notato? che molti, troppi, appena devono leggere la prima cosa che fanno vanno a cercare su google il titolo.
      il che te lo rovina un po', come dici tu.
      non so perché hanno questa necessità di voler sapere tutto subito e non accettare l'idea che uno vuole che scopri pian piano. boh.
      Comunque grazie!

      Elimina