Etichette: ,

Music fot the monsters: canzoni mostroscopiche (2di4)

E concludiamo, con questi ultimi tre Mostri zodiacali...

PER I MOSTRI DI APRILE:
Anche per voi è stata dura. Ci voleva una canzone epica, ma poi, no, perché a voi, ogni tanto, dell'epicità non vi frega niente. Volete la forza, la potenza, lo spaccar tutto. E allora eccovi una canzone potente, sì, ma fino a un certo punto. Perché cari mostri, se non imparate a controllarvi un po', soprattutto con quella linguaccia piena di denti e pungiglioni che vi ritrovate, rischiate di far danni. 
A volte, infatti, è meglio che fate come gli Screaming trees, che questo disco, da dove vi faccio ascoltare Ash Gray Sunday, l'avevano pronto già vent'anni fa, ma alla fine ce lo regalano adesso, e non a caso è il loro lavoro migliore. Ora, non vi dico che dovete aspettare ventanni, prima di agitarvi... ma almeno cinque minuti sì! E quindi, mentre vi godete il tiro di questo rockettone gradevolissimo, riflettete e pensate, quest'anno, a usare la vostra energia dove e quando serve, invece che accazz di mostro...

PER VOI ZOMBI DI MAGGIO:
E che, c'erano dubbi? Voi zombi, che andate avanti come treni, che non vi ferma nessuno, testardi e cocciuti, ma pure un po' stupidelli, quando non vi gira bene, ecco, proprio a coi, non può che piacere una canzone testarda e cocciuta, come The Valley, degli Okkervil river
Okay, okay.... mi sa che magari non li conoscete, ma io dico che dopo venti secondi di canzone vi hanno già conquistato.
E cosa c'è da imparare, da questa canzone? Ascoltate, ascoltate bene.
Sembra tutta uguale, sembra una cavalcata incessenta, ma non lo è. Minuto 1.35, e cambia. Minuto 1.50, arrivano gli archi, in punta di piedi, minuto 2.10, gli archi dominano un pezzo di canzone, poi se ne vanno, poi tornano, fanno amicizia, minuto 2.40 arrivano altri suoni, sullo sfondo.
E il ritmo, cari amici Zombi, è sempre quello, nessuno vi chiede di cambiarlo, ma durante la vostra cavalcata, ogni tanto, perché non lasciate spazio ad altro? Qualche microvariazione, l'importante è non continuare a tenere la testa bassa... suvvia, lasciate le finestre sul retro aperte, durante quest'anno che viene...

PER VOI DOPPELGÄNGER DI GIUGNO:
Per dei doppi come voi, ci vuole una canzone doppia, e una canzone con due anime, quest'anno, l'ha fatta Bon Iver: è Towers.
Ma sapete che cos'ha di particolare questa canzone? Che le due anime non sono staccate, non sono contrastanti, anzi, passi da una all'altra come per magia, e solo le percussioni sembrano volertelo dire, quando oramai però è già successo da due o tre secondi. 
Insomma... cari doppiofili, non aspettate anche voi che arrivino le percussioni, per farvi capire che le vostre anime sono in contrasto. Siate una cosa sola, come questa canzone, che poi, alla fine, è magica, e non mi dite di no...

E' tutto, cari amici che avete seguito il mostroscopo di questo 2012. 
Forse, come avrete capito, dovreste ascoltare tutte le 12 canzoni, perché dentro ognuna c'è qualcosa che vi può stare bene... e ovviamente, a voi sta trovarlo!

6 commenti:

  1. Anche se quel "music FOT the monsters" è un refuso, tienilo! LOL

    Spettacoloso, ti ho deruba-- pubbli-citato sul blog, ma se ti scoccia levo tutto.

    RispondiElimina
  2. ahahahahahahahahah
    non l'avevo nemmeno visto
    sono un idiota!
    sì sì
    lo tengo,
    così almeno i depeche non possono citarmi in giudizio :D

    contento che ti piaccia, e soprattutto spero ti piaccia pure la canzone! Insomma... sennò che poteri ho!

    E per il pubblicizzare puoi dire ciò che vuoi, soprattutto cose brutte! :D

    RispondiElimina
  3. Grazie. Da mostro di aprile ho apprezzato. :o)

    RispondiElimina
  4. I consigli per i Mutaforma erano precisi dappaura, il gruppo invece non lo conoscevo ma va bene così che scopro roba nuova. Tipo quella che sniffi con le orecchie prima di scrivere certi post. Vado a farti da P.R. e a FOT un po' di monsters.

    RispondiElimina
  5. Evvai! un altro successo per il mostroscopo!

    RispondiElimina