Etichette: , , , ,

Micropalpazioni, Frankamenti, geLotterie con in mezzo la musica

Questo sarà un post di quelli misti, che lo so che non vi piacciono, ma che dovete sopportare. 
In fin dei conti, sopportate ogni giorno tante cose brutte, che non sarà certo questo post a farvi del male. :)
Anzi, sono sicuro che qualcosa per voi, come succede sempre quando si sguazza nel caos, la troverete.
E cominciamo, per esempio, con Micropulp, la fanzine creata da Vincenzo Barone Lumaga e gemellata con il fun cool!
Dalla sezione ebook del sito di scheletri potete scaricare il numero due, e anzi, ora lo faccio subito e vi dico anche cosa potete leggere all'interno... dunque, un racconto di Michele Nigro, un po' di fun cool di gentaccia che non sto a nominare (Ian, Emiurgo, Ranz, Gianluca) e un po' di vincitori del 300parole, tra cui un idiota (a voi scoprire chi è). Insomma, se volete perdere mezzora a leggiucchiare, potete farlo.
Micropalpatevi, insomma.

Poi parliamo di un disco. Un disco che mi fa simpatia, in questi giorni, e vi spiego perché. Sto parlando dei Guano Apes. Cioè, voi come me vi sarete accorti che se il male della fine millennio erano i duetti, quello di inizio millennio sono le reunion. Ormai si sono riuniti tutti, ma proprio tutti, e siccome nessuno dice che è per il vile denaro, e io gli credo (ah ah ah), mi ascolto anche i loro dischi senza pagarli. Tra queste riunificazioni ci sono anche i Guano Apes... ve li ricordate, no? I nostri tedeschi che cantavano in inglese come se stessero cercando le parole sul dizionario proprio mentre incidevano il disco ma che alla fine, pur producendo canzoni di una banalità musicale imbarazzante, avevano quel non so che di energico e si facevano muovere le chiappette? Ecco, sono tornati anche loro. Hanno un singolo che sembra tirato fuori dai vecchi tempi, e cioè fuffa radiofonica, e sull'album non mi facevo nemmeno mezza illusione, perché non puoi cavar gin lemon da una rapa. Invece no! Il disco dei Guano Apes è utile! A fare cosa? direte voi... A correre!
Non ci credete? Eccovene la prova. Fate quel che vi dico: andate al parco in tenuta da footing, ficcatevi il disco nell'ipod, mettete le cuffie, schiacciate play e fate partire il primo pezzo. Questo:
E voi correrete! Quindi il premio "disco inutile, ma utilizzabile parecchio per il footing", oggi lo dò a Bel air dei Guano Apes.

Ma torniamo alla letteratura e una segnalazione simpatica su Frank. Come sarebbe chi è Frank? Ma lo seguite il blog o fate solo finta? (A Frank, domani in tarda mattina mi libero per un caffè, se sei libero...) Dicevo, Frank Spada arriva fino in Francia e mi chiede: ma come faccio a segnalare questa cosa? E io non capisco, e allora gli chiedo quale cosa? Un link. Mi fa. E allora okay, gli dico, manda il link, che sennò cosa lo tengo a fare un blog! Ed ecco qui il piccolo link che mi dice che Frank Spada è arrivato fino in Francia. E non solo quella, perché su Panorama libri, oltre a segnalare il libro che parla di Chandler e di come Marlowe sia sopravvissuto al proprio autore, c'è anche lui, il caro Frank, che so già che si sta preparando con il terzo Marlowe. Che poi, per altro, restando in tema Frank, finalmente ho letto Chandler, quello originale del lungo addio, e mi è piaciuto. Ma di questo vi parlerò più avanti...

Poi... ah sì, secondo intermezzo musicale, per qualcosa che stavolta merita la vostra attenzione. Ve la prendo lunga. Avete presente cosa è successo al mercato musicale con l'invasione degli mp3, vero? Ora quasi nessuno campa di pura musica e lo scaricamente è prassi normale, diffusa, giustificata e giustificabile. A tuttoggi, gli idioti delle major non hanno metabolizzato il fatto che la colpa di tutto ciò è soprattutto loro: se invece di avversare scioccamente un terremoto inarrestabile come la musica digitale lo avessero accettato subito, forse non avrebbero abituato tutti a scaricare illegalmente.
Bene, lasciamo da parte il discorso che adesso, la stessa cosa, la stanno facendo le grosse case editrici - accompagnate da qualche autore di scarso cervello - contro l'ondata della letteratura digitale, e probabilmente faranno lo stesso errore. Parliamo invece di quale è la direzione che un gruppo musicale dovrebbe e dovrà - sempre più - prendere. Ovvero: okay, il disco te lo scarichi gratis, legalmente, te lo ascolti, e poi, se ti piace, lo compri, oppure compri la maglietta, oppure, ancora meglio, vieni al nostro concerto e compri la maglietta e bevi pure due birre in più, che male non ti fa. Ecco, proprio in quest'ottica io vi invito ad andare qui, sul sito dei Gazebo Penguins, e a scaricare Legna, il solo disco.
Intendiamoci, non pretendo che vi piaccia. Non è roba che sentirete in radio. Però sarebbe anche ora che riabituassimo le nostre orecchie hai rumori felici, poco rotondi, e soprattutto sinceri.
Ascoltate questa, la mia preferita:
Che poi, con un testo come: "Odio i refusi/ nei libri nuovi/ e quando abusi di esclamativi/ gli accenti storti sui perché/ gli apostrofi sul verbo è./ Mi fermo sempre sui dettagli..." potrebbe essere anche la vostra preferita. Insomma, scaricate, ascoltate e non rompete. Se invece non vi ho convinti, fate la fatica di leggere la loro intervista sul blog di legno: li ascolterete.

Poi? Ah sì. Il momento che tutti voi aspettate!
Tra un paio di giorni ci sarà l'estrazione, ma intanto godetevi la fase preparatoria.
Come già sapete è stata un successo: 20 libri da smazzettare sono tanti, per essere la prima edizione pensata così, accazz, in una notte di primavera mediana. 
Vi posso mostrare, per farvi capire la serietà della cosa:
Fogli con nomi e libri in palio
Contenitori gialli per i libri - arancio per i nomi
Contenitore nero cucito mamma per i libri - contenitore azzurro biscotti ikea alla cannella per i nomi
Alessandra - nipote addetta all'estrazione dei nomi
Cristina - nipote addetta all'estrazione dei libri
Bene, la fase preparatoria era questa... per i risultati dell'estrazione... stay tuned! 
(e non dite che non sono un figo :)

Chiudiamo con una canzone e due altre cose che dovete fare. 
La cosa 1 è di cliccare sopra quel nuovo bottone di google nato da solo, in calce a questo post che c'è scritto +1
Sembra sia una cosa che ti fa crescere l'uccello o calare la panza, o viceversa, sia che voi siate maschi o femmine. Nel dubbio, per i googlofili, dite +1.
L'altra cosa, la cosa 2, è il Referendum. Domenica e lunedì, vedete di non fare i minchioni. Che sia sì, o che sia no, poco importa. Andate a votare e fate vedere che un po' vi interessa, di questo postaccio di Paese, che forse, mostrargli interesse, non può fargli che bene.
Una canzone deliziosa, Okkervill River, The Valley.
E godetevela tutta, che la giornata di domani sarà migliore:

9 commenti:

  1. ma quanto fiquo questo uomo con le sue GeLotterie. Dì un pò non andrà mica a finire che sbagli sorteggio e poi a casa mi arriva invece di un libro il disco dei Guano Apes?
    LOL

    RispondiElimina
  2. nel tuo caso è più provabile di arrivi un disco volante

    tipo in ghisa, da tre chili, a centottanta all'ora :P

    RispondiElimina
  3. Cagunzio. :P :P :p
    P.s A parte gli scherzi sei un grande.

    RispondiElimina
  4. Dio... sei veramente fuori... vorrei conoscerti di persona per farmi una bella bevuta scarnafegato! Grandissimo!

    P.S.: Ma i contenitori sono quelli degli ovetti kinder?

    RispondiElimina
  5. confermo
    da buon collezionista di sorpresine, uso anche i vuoti :)

    RispondiElimina
  6. Un Hat Trick o un tranello?
    Aspettati gli e-venti meno quattordici caratteri biancastri sopra Cape Town e ci sarò.

    RispondiElimina
  7. Non badi a quel che dice uno pseudonimo: non sa contare, voleva dire e-venti meno dieci.

    RispondiElimina
  8. Fiquosissimo! Ma tutta questa tecnologia non ti darà alla testa? ;)

    RispondiElimina
  9. A volte basta una compressa, altre... due aspirine, un sorso e deglutire con la testa.
    Ops, Gelo, volevo dire in festa!

    RispondiElimina