Etichette: , , ,

Un buon motivo per acquistare I VERMI CONQUISTATORI

Ecco, lo so cosa state pensando... il solito post di reclame sul nuovo libro di Edizioni XII.
Però voi siete sul blog di gelo, ricordatevelo, ed è difficile - molto difficile - vi troviate un post di segnalazione, che non dice niente, che non apre una porta, una finestra o un orecchio soltanto.
Io penso al blog come a un'ora di lezione: cerco di far sì che alla fine, chi ha partecipato, sia una persona migliore di quando ha cominciato. Che sia più colto, magari, ma va bene anche se se ne va con un'informazione, un pensiero, un sorriso in più... anche solo una cazzata, che magari prima non conosceva.
E così è anche per questo post che oggi, 28 febbraio, annuncia l'uscita ufficiale de I vermi conquistatori di Brian Keene, per noi simpaticoni di Edizioni XII.
All'inizio, il titolo di questo post cominciava con "10 buoni motivi per..." ed ero sicuro di trovarli, dieci buoni motivi, a partire dalla "copertina figherrima", per arrivare al "perché vi faccio lo sconto", passando per "il grande Brian Keene" e "un romanzo apocalittico con controscoglioni".
Poi ho cambiato idea.

Ho pensato che forse c'è un unico vero motivo, che basterebbe, da solo, a giustificare l'acquisto della prima traduzione italiana di un romanzo di Brian Keene.
Certo, è un buon libro, sì, ed è anche un buon prodotto editoriale (spero), ma conquistare i vermi conquistatori è soprattutto un segnale.
Siamo una piccola casa editrice, e avere la possibilità di tradurre ed essere i primi a vendere in Italia un romanzo di Brian Keene è, prima che un'occasione, uno sforzo.
Uno sforzo che non si fa per motivi commerciali, ma perché, in qualche modo, vuoi che le cose cambino, sia a livello di genere, sia a livello di editoria. Che autori come Keene, con una produzione vastissima, siano totalmente snobbati dell'editoria italiana, ritengo sia una pessima cosa a prescindere. A prescindere dal genere letterario, soprattutto. Io, per dire, non sono un fan sfegatato dell'horror puro, nè del romanzo apocalittico in generale, eppure ritengo fondamentale la sua diffusione. E' una questione di biodiversità narrativa, di miglioramento, di educazione alla lettura. 

Una causa del continuo livellamento verso il basso dei lettori e degli scrittori italiani è senza dubbio la mancanza di biodiversità letteraria. E allora ecco perché sostenere la "causa keene-edizioni XII" è un segnale.
E' un modo per dire che non ci va bene, che le cose stiano così.
E' un modo per dire che siete contenti, se qualcuno prova a cambiarle e che lo sostenete, concretamente.
E' un qualcosa che va al di là del romanzo stesso, del suo genere e della sua qualità.
Se questa operazione fa il botto, funziona, viene diffusa, è una porta che si apre. 
Oggi Keene, domani qualcun altro. Oggi Edizioni XII, domani qualcun altro.
Oggi un libro, domani qualcos'altro.

Ecco.
Era questa la riflessione che mi ha spinto a cambiare il titolo del post.
Volevo spiegarvi perché sono contento di farne parte, di questo possibile segnale.
E volevo dirvi, ovviamente, che sono qui a vostra disposizione, per aiutarvi a sostenere la causa Keene - Edizioni XII
Per acquistare il libro di Keene potete usare direttamente lo shop di Edizioni XII, alla pagina dedicata.
Se siete pigri o allergici agli shop on line o amici miei, scrivetemi: la mail è lassù, sulla destra.
E se il libro non vi interessa, ma volete ugualmente sostenere la causa, regalatelo, oppure acquistatene un altro, o entrambe le cose, oppure partecipate al Circo Massimo. E se non sapete quale altro libro acquistare scrivetemi, e scommetto che uno che vi piacerà, ve lo trovo.
Insomma, se volete conquistare i conquistatori, e non sapete da dove cominciare, io vi ho dato un modo.

8 commenti:

  1. Ovviamente, ordinato stamattina stessa.
    E l'ho già letto in inglisc eh, poi non dire che non sostengo la vostra causa! :-)

    Scherzi a parte, complimenti davvero, portare i romanzi (perché spero sia il primo di un lunga serie) di Keene in Italia è cosa più che buona e giusta: spero possa essere il primo passo verso una progressiva "biodiversificazione" della narrativa di genere sui monotematici scaffali delle nostre librerie.

    Prometto rat-censione non appena avrò (ri)divorato il romanzo.

    RispondiElimina
  2. Già ordinato.

    Io l'ho preso perché il tema mi piace, anche se prima, lo confesso, non avevo mai sentito nominare questo Keene.

    E vedere che ha una produzione così vasta e che è pure più piccolo di me, beh, la cosa mi dà un po' fastidio :)

    Se poi il libro non dovesse piacermi, allora me la prenderò con te, ok? :)

    RispondiElimina
  3. @Re ratto/Daniele
    Okay, se non vi piace potete prendervela con me...
    il mio lombrico da compagnia saprà come accogliervi...

    RispondiElimina
  4. Ti avessi a portata di barba ti darei un bacio per 'sto post! ;D

    RispondiElimina
  5. @gigi
    mettici la lingua vermosa però... :)

    RispondiElimina
  6. Sostengo ben volentieri la causa. ;)

    RispondiElimina
  7. Contattate tranquillamente Gelo x il pagamento che io mi sono trovato benissimo!Chiaro e semplice nelle spiegazioni fornite e abile ad entrare in sintonia col cliente! E' inoltre ben informato su ogni tipo di pagamento disponibile per XII!
    Grazie, Gelo!
    :-D

    Crescizz

    RispondiElimina
  8. ahahahahahaha
    vai a quel paese, razza di menzognero gonfio d'ironia :D

    RispondiElimina