Etichette: ,

Mi va di scrivere un post e non dire niente

Sì, che ci dovrei parlarvi di libri, o di altre cose, ma non ci ho voglia.
Davvero no.
Con una giornata lunga e piovosa e iraconda, dove ho mangiato e lavorato e parlato troppo, mi va di chiuderla con un post, scritto proprio come se, foste qui a cazzeggiare con me.
E vi parlerò di musica, ché almeno so che sono cose che non mi cagate mai, e quindi non perdete niente voi, ma nemmeno io.

Tipo per esempio, via stereogram, oggi mi sono ascoltato la canzone nuova degli Beadie Eye (un vero nome di cazzo, ammettiamolo), con un paio di passaggi, vi la scaricate aggratis, ma vi consiglio che no. Potete ascoltarvela da lì, dal post linkato, una volta e poi basta.
Come dite? Non conoscete questo gruppo e quindi non lo farete? Pirlocchi! Sono il gruppo nuovo di Liam Gallagher, quello sta sempre a picchiarsi con il fratello bravo e intelligente e che facevano cose belle nella prima parte della loro carriera (leggesi primo disco).

Sì, avete ragione.
Usare un post per parlarvi di Liam è da denuncia.
Allora vi parlo di robba italiana. Robba che va saputa. Vi ricordate quando il resto del mondo ascoltava Ligabue e i subsonica e invece voi, fieri e fighi, ascoltavate i Marlene Kuntz? Riuscivate persino ad ascoltare "spore" e a sentirvi ancora più fighi e incompresi. E poi, dicevate dal terzo disco in poi, i testi, bisogna prestare attenzione ai testi.
Ecco
la stessa cosa penso stia accadendo agli adolescenti che adesso, spesso, idolatrano le Luci della Centrale Elettrica, il cui disco nuovo è uscito tipo ieri, mi pare. C'è il video del primo singolo, e devo farvi due confessioni. La prima è che anche se non mi sento più figo ma sfigato, ad ascoltarli, a me il primo disco delle Luci m'è piaciuto, e frasi come "portami a bere dalle pozzanghere" mi arrivano ancora dritte in testa, ogni tanto. La seconda cosa è che anche questo singolo nuovo, mi piace. Anzi, mi piace più di tutti i pezzi del disco vecchio. Dite che mi sono rincoglionito?
Ascoltatitivilo, dài.

Poi, visto che ho citato i Marlene, stanno per uscire pure quelli.
Il singolo è Paolo Anima Salva, e mi spiace dirlo, mi pare la solita lagna alla Marlene degli ultimi anni. No, non ce la faccio ad affezionarmi, per di più hanno copiato alla grande se stessi, e anche se non ricordo il pezzo dell'autoplagio è abbastanza palese la mancanza di novità sonora. No, no... proprio non ci arrivo.
Non lo aspetto, questo disco.

Tra le cose che mi sono piaciute, invece, ci sono i due video di Cee Lo Green, che poi sarebbe il nero ciccione che tutti pensavate come gnarls barkley, per capirci. Costui è figo. Il genere mi annoia dopo due ascolti, ma costui è figo, senza dubbio. Ve li lascio entrambi, i videi:


Poi che altro?
Ah sì, il disco nuovo di Serj Tankian fa cagarissimo, mentre quello dei Massimo Volume è bello.
Il disco nuovo dei kings of leon fa cagare mentre quello di Santana è inascoltabile e irritante.
Poi?
Poi sto cercando di capire se il nuovo Ministri mi piace, ma ancora non ho capito.
Poi ci sarebbe la cosa del gatto selvatico che non riesco ad addomesticare, che poi sarebbe quello lassù della foto, comunque appena lo addomestico ve lo dico, eh, che io non sono certo il piccolo principe e non ho tempo da perdere. :)
Buona giornata, cari.
A presto per un post decente.

6 commenti:

  1. Lo so. Lo so che questi post li commento solo io e poi tu, manco mi rispondi, ma fai bene.
    Dei Gallagher bros, dài, per quanto io li abbia sempre detestati, non puoi fermarti solo al primo disco. Poi: e dei negri amari non dici niente? L'hai sentito l'ultimo? Io al terzo riascolto (parlo del singolo) sono impazzita!
    E no, no, i marlene basta basta non se ne può più, sono i fantasmi di se stessi peggio di Pelù e ho fatto anche rima.
    Comunque a me questi post piacciono e servono, ché su stereogram non ci vado mai.
    P.S.: i Silverchair spaccavano!

    RispondiElimina
  2. No, io commento con entusiasmo i post musicali. Cioè, lo farei se la musica mi suscitasse qualche entusiasmo. Qui l'unica cosa di cui spero bene sono i Massimo Volume.

    ...Negramaro e Silverchair?
    Scusate, devo andare un attimo a piangere in un angolo...

    Poi ci sarebbe la cosa del gatto selvatico che non riesco ad addomesticare,

    Prenditi un procione e fallo addestrare a lui il gatto selvatico, no?

    RispondiElimina
  3. Capita a tutti i bblogghers, prima o poi, che non c’hai un piffero da scrivere ma vuoi fare ticchettacche sulla testiera e allora ti prudono i polpastrelli e alla fine qualcosa scrivi, che però c’ha senso sì e no, una roba che poi ti dici: «La posto? Ma sì, dai!», e bum! Tu però tu ci hai fatto su un post di musica che in fondo, dai su, cioè, è serio! Boh va beh, almeno per me che ne so di musica come il Papa di contraccezione. Comunque ci do un orecchio, che magari qualcosa mi piace e poi faccio alle solite, che trovo qualcosa che mi va e l’ascolto in continuazione, finché non m’imparo il pezzo (male) o il tipo/tipa/gruppo esce dal CD/PC e mi fa: «Oh, cioè, vuoi botte?». Però il post è bello, eh! Saluti al micio.

    RispondiElimina
  4. allora
    sui negroamaro non scriverò mai più niente perchè
    sotto la voce "sfiga" nel dizionario, basterebbe la loro foto
    sono
    in una parola
    inqualificabili

    una volta scrissi un post
    ancora sul terzo disco, che già er inqualificabile
    e li chiamai necroamaro
    la necrosi musicale
    e vennerò a insultarmi il loro fan da tutte le parti del web
    e allora no grazie

    i silverchair sono quelle cose affettive
    immagino
    tipo io che sono sempre stato legato a che ne so
    i vecchi bush
    o il singolone degli sponge
    o appunte
    robe ufo tipo
    i better than ezra o gli shed seven
    però cazzo
    lo so benissimo che fanno cagare
    ma mi stanno simpatici lo stesso :)

    per il resto sì
    si salvano solo i massimo volume
    ma si salvano alla grande
    però bisogna ascoltare tutto
    o quasi

    insomma...
    ho ascoltato pure shakira e guetta, io
    sapevatelo

    bisogna conoscere per disprezzare ;)

    ah
    comunque avevo una paccata di libri di cui parlarvi, ma ogni tanto mi va di cazzeggiare

    RispondiElimina