Etichette: , , , , ,

News from the (fantastic) word

Forse nei prossimi tempi questo povero blogghe soffrirà un po'. Non ne sono sicuro, ma tutte quelle CoseDaFare che vedo bussare alla mia porta, ammassate come creditori impazienti, sembrano volermi dire che di tempo non ne avrò molto. Così, invece di parlarvi di quella mezza dozzina di libri che ho ancora sullo scaffale, spreco una mezz'oretta per parlarvi di tutt'altro.

So per esempio che dovrei parlarvi delle nuove uscite dodicine, cose come Archetipi, Ritorno a Bassavilla o La Corsa Selvatica, ma se leggete queste righe e altri amici di blogghe e se bazzicate le cose che bazzico io di vedere ste copertine ne avete pieni i maroni e tanto lo sapete già che sono bei libri e probabilmente, forse, li avete già comprati.
Se proprio invece vi devo parlare di libri da comprare, invece, vi parlo di Malarazza (no, non la canzone della Consoli) ma il libro di Samuel Marolla. Ve ne parlo non solo perché lo potete comprare, come ho fatto io, a occhi chiusi. Io di Samuel ho letto 2-3 cose, non di più, ma mi bastano per essere certo che questo libro è e sarà una figata, se non altro perché in quel suo poco che ho letto c'era sempre la capacità di ammaliare e inquietare.
Comunque è anche per un altro motivo che vi dico di comprarlo subito. Anzi, altri due. Tanto per cominciare perché se non lo comprate subito, cioè questa settimana, va a finire che il libro non lo trovate più. (che non so perché ma mentre i gialli mondadori e i segretissimo ti trovi 126.536.648 di copie che sembra sbucare in ogni edicola, quelli della epix spariscono in pochi giorni e non riappaiono più).
Ma il motivo più importante per cui dovete comprare 'sto cazzo di libro di Marolla, è perché è una raccolta di racconti! Cioè, se per una volta che la Mondadori pubblica una raccolta di racconti di uno bravo, che fino all'altro ieri era uno dei nostri, voi non la comprate, allor potete veramente andare a fanculo. E' inutile poi che vi lamentiate dell'editoria italiana che non dà importanza ai racconti ai giovani agli esordienti e blablabla...
COMPRATE STO CAZZO DI LIBRO! Anzi, visto che costa 4.90 euripidi compratene due e uno lo regalate alla prima figa/figo che vedete per strada. Oppure a qualche bambino che vi sta sul cazzo per bloccargli la crescita. Oppure ancora li usate entrambi leggendo da uno le pagine pari e dall'altro quelle dispari. Insomma, due schedine e mezza di win for live in meno e un Malarazza in più, che poi fa pure assonanza con Marrazzo e non si sa mai che vi diano un trans in omaggio che potete poi usare come meglio credete.

Poi passiamo ad altro. Una volta leggevo il blog di samirah, cioè Noemi Mancini. Poi questa benedetta se n'è uscita con un post su Coehlo, un racconto lunghissimo che non sono mai riuscito a terminare e un silenzio di mesi. Così ho sfeedato il blogghe e ora non so nemmeno più dove sta di casa.
Però adesso Samirah è tornata, ma non con un blogghe, ma con un progetto che pare essere molto più interessante, anche se per ora non ci ho capito tantissimo. Potrei riassumervelo come un social network per appassionati di fantastico, esteso a tutte le arti. Il sito si chiama NovAtlantis ed è attualmente in fase di costruzione. Però potete guardare se vi interessa cliccando qui.
A me pare un'idea nuova, almeno per ora che non ho capito bene che cos'è. :)
Certo, non è facile emergere e connettere appassionati in un mondo in cui tutto è già connesso (e pure troppo). Però segnalarvelo mi sembra buona cosa, se amate il fantastico, in senso largo (e non solo dal punto di vista letterario).

Poi che altro...
Volete scaricarvi un cd aggratis in cui Jay-Z mixa undici canzoni dei Radiohead e forma un progetto chianato Jaydiohead? (alcune non sono male)
O volete vedere il video nuovo di Jarvis Cocker? (che a me lui mi sta un pochetto sul cazzo)
O magari, quello che veramente stavate cercando in questo momento della vostra vita sono questi splendidi nudi vintage? (ringraziatemi di averveli fatti vedere comprando Malarazza)
Oppure ancora il sogno della vostra vita è vedere Lily Allen con il vento in poppa e lo state per realizzare cliccando qui? (ringraziatemi comprando anche i libri di XII)

Basta così. Per oggi vi ho reso anche troppo colti e voi vi sentite già troppo in debito con me. :D

21 commenti:

  1. Io ce l'ho, la Malarazza, e spacca, spacca davvero un sacco! Grande Samuel!

    RispondiElimina
  2. Ho letto proprio oggi il racconto di Samuel su "Archetipi" e mi ha convinto a comprare Malarazza.
    La stoffa c'è!

    RispondiElimina
  3. @Simone e Alex: Grazie mille!! Samuel

    RispondiElimina
  4. no no
    a questi due non li devi ringraziare! porca passera!
    scommetto che ne hanno comprato una copia sola!

    Due ne dovete comprare, maledetti! due!
    regalate l'altra alla vostra donna o al vostro analista!
    :D

    RispondiElimina
  5. @ Gelo: "MARALLAZZA" è un inquietante incrocio fra Malarazza, il mio cognome e Marrazzo. Non è bello.

    RispondiElimina
  6. e io che volevo farti cavalcare l'onda del momento!

    uff
    ma dici proprio che non lo leggono il titolo dell'immagine e il resto del post?

    oppure dici che Marrazzolla era meglio? :)

    vabbè
    vabbè
    se proprio ci tieni tilocambio :P

    piuttosto
    la figa che passava per la piazza e a cui ho tentato di regalare la mia seconda copia è fuggita via... dov'è che ho sbagliato?

    RispondiElimina
  7. forse non era una bella f...a, forse era un'amica di Marrazzo... (Samuel)

    RispondiElimina
  8. Cioè... tu quindi mi stai dicento che i tuoi scritti non piacciono ai transistor...
    mmm guarda che ti perdi una grossa fetta di mercato e soprattutto un sacco di agganci con il mondo della politica eh!
    :)

    RispondiElimina
  9. Però non è giusto che a questi "fighi" sia reso tutto più facile! Che colpa hanno i brutti??

    Eh vabbè, proverò a gironzolare nei pressi di un'edicola con un sacchetto di carta in testa! :P

    RispondiElimina
  10. mah... io avevo tentato di fartene arrinare na copia ma da quellorecchio qualcuno non ci sente...

    RispondiElimina
  11. tu che fai tanto il figo

    comprate due tre quattromila copie e regalatele al mondo

    non potevi prendere una copia di Malarazza anche per me
    che qui non si trova?

    da giovedì ho piantonato l'edicola sotto l'ufficio
    che è anche tabaccheria
    roba che il proprietario mi fa
    Ti vedo di più adesso che quando fumavi!
    e comunque niente
    in questo posto sfigato non arriva
    non c'è

    ...
    fortuna che ho gli agganci romani
    e gira gira sono riuscita a farmene prendere una copia
    :-)

    ecco

    RispondiElimina
  12. Accidenti che bella pubblicità! ^_^

    E' vero, il mio blog ormai è fermo da mesi. Non scrivo quasi più e leggo libri di cui mi sembra di non riuscire a fare recensioni meritevoli.
    Insomma, dal punto di vista letterario sono letargica e come in attesa di chissà quale rivelazione.

    Per contro sono ormai molto produttiva in ambito web e devo dire che i consensi raccolti attorno alla prima presentazione di NovAtlantis non fanno altro che spronarci a continuare.

    Il fatto che molti non abbiano ancora capito di cosa si tratta è, in qualche modo consolante. Vuol dire, forse, che sarà veramente qualcosa di nuovo. ;-)

    RispondiElimina
  13. Azzo, se sai essere convincente!

    Adesso ogni volta che passo davanti ad una edicola mi sento in colpa... speriamo che finisca il fretta il mese se no ne compro venti di copie! ^_^

    RispondiElimina
  14. anche io ce lo voglio il libro. Regalami la tua copia, gelo. se vuoi mi vesto da figa e passo per la piazza... l'ultima volta non ha funzionato.

    RispondiElimina
  15. @echo
    la mia duecopia lho già regalata ciccio
    ti lo devi comprare da solo! :)
    (ma puoi vestirti lo stesso da figa che mi fa piacere)

    @munzic
    Eh tu munzico si non compri unaltra copia da regalare a delle gnugne avrai delle scalugne!

    RispondiElimina
  16. Io vado in giro a cercare le fighe.
    E gli spiego bene come si usa.
    Il libro che voi regalate loro.
    E' un duro lavoro, ma qualcuno deve farlo...

    RispondiElimina
  17. Prese due copie!

    Una già pronta da dare a una gnocca.
    Fortuna baciami in bocca!

    ^_^

    RispondiElimina
  18. Oh, troppo che son dei fighi quelli che hanno questo libro figo. Chi non ce l'ha invece è uno sfigato e non va con le fighe.

    RispondiElimina
  19. Volevo sapere se poi Matteo Poropat le fighe le ha trovate o sta ancora lì a lanciare dadi per picchiare i draghi cattivi, ecco...

    RispondiElimina
  20. Ma forse ha lanciato i dadi e ha picchiato le fighe, vallo a sapere... XD

    RispondiElimina
  21. comprato ieri.purtroppo era rimasta solo una copia e quindi quella da regalare a una figa non ce l'ho.
    Dannazione!

    RispondiElimina