Etichette: ,

Luoghi chiusi, finestre aperte, spettri e fantasmi

Per completezza con il post precedente vi invito a leggere la conclusione delle vicissitudini elveziane del post precendente.
Per tutti quelli che si ritengono, volenti o nolenti, appartenenti alla stanza che custodisce horror e letteratura (letta o scritta), la lettura è consigliatissima, per non dire d'obbligo.
Così come è d'obbligo seguire Malpertuis, ma se state leggendo qui, allora vuol dire che lo sapete già. Il post è qui.
Il papavero non c'entra un cazzo di niente, ma mi piaceva.

4 commenti:

  1. il papavero ovviamente aveva un senso lato...
    :)

    RispondiElimina
  2. Lato culo, direi se fossi grezzo...

    RispondiElimina
  3. ma tu sei grezzo
    e infatti l'hai detto

    RispondiElimina