Etichette:

Un po' di cazzi miei, concorsi ed effetti Droste

Carino vero 'sto "urlo eterno" o come cavolo l'ha chiamato Josh Sommers. L'ho trovato su un flickr, così gli rubo un po' di simpatici effetti Droste e li uso per fare il figo in questo post.

Come se io sapessi che quella cosa che fai con due specchi si chiama effetto Droste... seeeeee, dopodomani!

Però è bello diventare più colti e ora io sono più colto. Figuratevi che wikipediando ho scoperto pure da dove arriva la parola Droste... Anzi, sono così gentile che non solo vi metto il linquo, ma anche vi faccio il copincollo: "Il termine Droste fu coniato dal poeta e giornalista Nico Scheepmaker, alla fine degli anni 70. Esso prende il nome da Droste, una marca olandese di cacao, sulla cui scatola era presente l'immagine di un'infermiera che teneva in mano un vassoio con una tazza e una scatola della stessa marca."

Se andate a leggervi l'articolo scoprirete che un effetto Droste rovesciato lo hanno fatto pure gli Elii, quando si sono messi sul retrocopertina del disco, il mitico primo disco che conosciamo, tenendo in mano la copertina del disco che sul retre raffigurava loro che tenevano in mano... ci siamo capiti dai. Eh sì, lo so che l'hanno fatto anche i pinkifloydi, ma i pinkifloydi non riuscirebbero mai a raggiugere vette come "Cara ti amo"...
che vi potete vedere anche in performance come la sottostante:


Ma perché vi sto parlando di queste minchiate? Per allungare il brodo di un post che non faccio da parecchio? Noooo. Oppure sì, ma siccome so che l'effetto Droste e il video di elio vi sono piaciuti non dovete lamentarvi.
E poi mi sono anche dimenticato che cosa volevo dire...

Ah sì, dei concorsi. Tra un paio d'ore devo andare alla premiazione di un concorso. Non facciamo nomi. Del concorso intendo. Comunque era solo per discutere delle mia idiosincrasia per le occasioni mondane. E' più forte di me... vorrei avere un gemello da mandare a queste cose.
Che poi fossi uno che ha problemi a parlare in pubblico ecc ecc... macchè, è a parlare con la gente che ho dei fastidi... perché... non so perché, sono fatti miei. :) E' che mi chiedo: cosa volete da me? perché dobbiamo essere gentili? Non possiamo discutere tutti con noi stessi di quel che ci interessa veramente? ahahahahah
Vabbè, ma non vi tedio con le mie paturnie da sociopatico.

Vi segnalo che mi hanno segnalato pure qua e che sono stati tanto simpatici e che non solo mi hanno mandato il diploma la pergamena ecc ecc a casa, ma pure ci hanno scritto la lettera di accompagnamento apposta, con un sacco di belle parole. E non sono manco andato alla premiazione e nemmeno vado a caccia :)

Aggiungo anche che sono arrivato sesto qua, che è sempre un simpatico piazzamento, anzi no, hanno cambiato, quarto, ma fra cinque minuti sarà cambiato di nuovo, ahhahaha. Comunque non ho vinto nulla, ma ha vinto l'homo in vitro, che è già una bella cosa. :)

Poi che altro? Ah sì, potete partecipare a dei concorsi anche voi, se volete. Dovete andare qui su concorsi letterari punto it oppure andate un po' dove vi pare. Potete partecipare anche al concorso NellaTela! a cui però voglio partecipare anche io, ecco.
E poi basta e vedrò di cominciare a leggere, più che a scrivere :)


4 commenti:

  1. Io lo faccio sempre dal parrucchiere l'effetto Droste, e adesso che so dargli un nome, mi sento più colta anch'io! :)
    Fiquata!

    RispondiElimina
  2. Il bello dell'effetto è la spirale che vi si nasconde.
    Sta lì, il perpetuo, l'attrente e nello stesso tempo inquitante, sta lì nella spirale...

    RispondiElimina
  3. Ma come mai non sei arrivato due a nessuno di quei concorsi?

    RispondiElimina
  4. Val: attrente? inquitante? nel tuo universo parallelo devi aver trascorso un Carnevale di sassi al posto di coriandoli. :D

    Silento: non arrivo due da un sacco di tempo ormai! ho perso quel vissio :)

    RispondiElimina