Etichette:

La Seconda Che Hai Detto Episodio 1

- 1 -



Quando vide il semaforo farsi arancione, alla fine di viale Ledra, Samuele rallentò, buttando un occhio allo specchietto e dando corpo al ghigno interiore che da un po’ rivolgeva a una Clio nera, appiccicata al suo di dietro come un pelo al proprio culo.
Il tizio che la guidava, sorprendendolo, sorpassò con uno scatto la sua vecchia peugeot color arancia putrefatta, allineandosi di traverso sulla corsia di destra. Non c’era bisogno di chiedersi il perché di quel comportamento. A quell’ora del mattino tutti i pedali danzavano in onore di Re Parcheggio, ed era molto probabile che Samuele e lo Stronzo, come aveva cominciato mentalmente a chiamarlo, si stessero recando nel medesimo posto: il parcheggio Moretti.
Samuele, infastidito più dall'essersi fatto fregare, che dal reale sgarbo stradale, decise per una tattica banale e neanche troppo rischiosa, che però, nel caso l'altro non l'avesse applicata a sua volta, gli avrebbe garantito di recuperare la posizione perduta.
Anticipò il verde.
Lo fece con garbo, accelerando piano non appena il semaforo pedonale cominciò a lampeggiare e fingendo di guardare verso il cielo con interesse, come se proprio in quel momento cominciasse a piovere. Funzionò.
Lo capì quasi subito dal rictus di rabbia che si era dipinto sulla faccia dello Stronzo, il quale, accodandosi nuovamente alla sua auto e impossibilitato a sorpassare, parcheggiò una decina di posti più avanti e si affrettò a sbucare dall'abitacolo, quasi che l'uscita dal parcheggio fosse il vero e proprio traguardo. Non a caso, passando davanti alla peugeot e vedendo Samuele che rovistava nell'abitacolo, gli gettò uno sguardo di disprezzo e supponenza, più che di fastidio.
Samuele intanto, non rovistava affatto, perché aveva già in mano una manciata di bustine di ketchup rubate da McDonald's e stava semplicemente aspettando che l'altro si allontanasse.
Quando anche lui uscì, a passo rapido, dal parcheggio, aveva in faccia l'espressione beata dei giusti e in mano le bustine di plastica vuote, da buttare nel primo cestino.
La giornata era cominciata in modo ottimo.
In un gesto quasi teatrale alzò lo sguardo verso la cupola verdastra del Tempio Ossario, per guardare il cielo, ma quel che vide lo lasciò di sasso.

____________________________
Vorreste che Samuele:
  1. Sul tetto del tempio veda balzare da una parte all'altra alcune scimmie.
  2. Sulla cupola scorga una ragnatela enorme, e una signora anziana, vestita solo di una camicia da notte trasparente che cerca di toglierla
  3. Veda un uomo seduto su una sedia poggiata sopra a un cornicione, immobile, che sembra lo stia guardando
  4. Scorga un cane, che gli sembra un pastore tedesco o qualcosa di simile, accovacciato sul davanzale di una finestra.

24 commenti:

  1. La seconda che hai scritto... la vecchiettà in negligeè

    RispondiElimina
  2. La seconda che hai detto.

    Ian

    RispondiElimina
  3. Mi sa che vincerà la vecchietta! ^^

    Simone

    RispondiElimina
  4. Vuè Navarro, ma il tuo post è da intendere come voto per la vecchietta?

    RispondiElimina
  5. Avrei voluto scrivere un tettaculo, ma visto che non si può, mi accontento della vecchia...

    RispondiElimina
  6. io preferisco la scena n° 3 del vecchietto sul cornicione.
    Giorgia

    RispondiElimina
  7. La terza che hai detto, non c'è paragone! La vecchietta finisce a tetteculi, il vecchio sul cornicione apre alla metafisica e a un sorso di corona con peperoncino calabro.

    RispondiElimina
  8. Non vorrei prestarmi a questo insulso gioco, perché Samuele è un amico, mentre tu non lo sei! XD

    Però l'idea è troppo Fun Cool, quindi mi presto.

    Secondo me la terza apre davvero a grandi cose.
    Voto la terza ;)

    RispondiElimina
  9. terza, terza, assolutamente!

    RispondiElimina
  10. Maledizione, ho detto scimmie! Non deludermi!

    RispondiElimina
  11. Senza alcun dubbio la terza!

    RispondiElimina
  12. Voto per il cane. Cioe' la quarta opzione.

    RispondiElimina
  13. Uomo sulla sedia sul cornicione. Uomo sulla sedia sul cornicione.Uomo sulla sedia sul cornicione.Uomo sulla sedia sul cornicione.Uomo sulla sedia sul cornicione...

    RispondiElimina
  14. Vabbe', mi avete fatto cambiare idea (credo): uomo sulla sedia!!!!

    Simone

    RispondiElimina
  15. beh... lasciamo qua ancora qualche giorno.
    Questo testa a testa "vecchietto vs vecchietta" mi appassiona.
    :)

    RispondiElimina
  16. Cioè, stai scrivendo un librogame?
    Bene, bene...

    Io sono per la 2.

    Andrea P.

    RispondiElimina
  17. bene.
    Anzi, bene niente perché alla fin fine, facendo un paio di conti
    l'ipotesi vecchia in negligè e l'ipotesi vecchio sul cornicione sono alla pari.
    In realtà mancherebbe un voto.
    Il mio :)
    Ma facciamo che aspetto ancora un paio di giorni, non si sa mai.

    Il fatto è che l'ipotesi vecchia con ragnatele giganti ve verso una direzione un po' cazzara della storia
    il vecchio sul cornicione va verso una direzione più serio/fantastica.
    Se non arrivano altri commento deciderò cosa fare...

    chissà cosa vuole il mondo:
    cazzate o fantastico? :)

    RispondiElimina
  18. LA seconda... caro il mio Gelo
    Firmato: il Barone

    RispondiElimina
  19. E vabbè. Tu Barone vuoi la seconda.
    Quindi le cazzate :)
    e quindi chiudiamo qui il televoto.

    I risultati sono:
    Ipotesi 1 (scimmie): 1voto
    Ipotesi 2 (vecchia in neglige): 7voti
    Ipotesi 3 (vecchietto sul cornicione): 6voti
    Ipoesti 4 (cane)


    E vecchia in negligèèèèè sia
    (a meno che non mi venga in testa di scriverli entrambi :)

    A presto con il secondo episodio.

    RispondiElimina
  20. gelostellato2 marzo 2009 22:06

    Pubblicato il secondo episodio, con la vostra stramaledetta vecchia. :)

    RispondiElimina