Etichette:

La fiction dei gatti

Oggi, cercando di piazzare i miei piccoli gattuzzi sul blogghe di lingua friulana ne è uscita una cosa carina che mi va di rielaborare qui per tanti motivi- Tanto per cominciare perché non ho cazzi di uscire a vedere lo mare, poi perché per parlare di Alice nel paese delle meraviglie o dei libri di sangue ci metterei troppo, infine perchè per parlare di dischi come il nuovo Afterhours, piuttosto che il nuovo portishead o notwist o benvegnù o gutter twins, beh, non ho cazzi e li voglio ascoltare ancora.
Ecco perchè vi racconto... la fiction dei gatti!

Qui a fianco potete vedere Nassyria e Zorro (non serve che vi dica qual è Zorro) che aspettano.
Cosa aspettano?
Aspettano che le mie altre due gatte, Blancje e Celeste, compiano i giorni del parto che, disgraziamente arrivano in quasi contemporanea proprio in questo primo scorcio di maggio.



Damiano, il gattone di casa che ormai è più diroccato di un umanoide (ops, gattoide) formato dalle condizioni fisiche di Pete Doherty, Amy Winehouse e Britney Spears messe assieme, osserva tutti gli eventi con occhio distaccato. Ormai per lui sono lontani i tempi del gran follador (non ditelo in spagna, che vuol dire scopatore) e si è abituato a vedere le sue ex gatte come oggetti misteriosi ed inutili. A lui, dopo essere sparito per quasi un anno, interessa solo il cibo e sopravvivere.



La prima a partorire è Celeste, che fino al giorno prima era di un'antipatia pari a quella di interista se l'inter perdesse lo scudetto; dopo aver sfornato quattro micetti invece è diventata la più dolce e adorabile micetta del triveneto, con il pelo gonfio di fusa e le tette sempre per aria. Sultana, ho pensato tra me e me, ma tant'è. Anche perché dal colore dei pargoli si è capito subito che l'uomo non era né Damiano, nè Dottor House, il compagno di Blancje, bensì era un poco di buono che passa di qua ogni tanto e che chiameremo per comodità Gatto Rosso.


Vabbè, ok, Celeste è grande e vaccinata, può fare quel che vuole. Ma lo scandalo è in agguato. Blancje, che qui vedete in una foto di repertorio assiome ad House, sforna a sua volta tre gattini, ma... udite udite... bianchi e rossi!
Potete immaginarvi il disappunto del mio buon gattone zoppo, un po' come quando ti nasce un figlio che sembra Pelè. Comunque si è comportato da signore e ha finto che fosse tutto regolare (un po' come se, riprendendo l'esempio, avesse finto che il figlio assomiglia a Pelè perchè anche il papà gioca a pallone).
Qui a fianco potete vedere un'immagine del frutto del peccato.
Carino, vero? (Sì, lo so, non assomiglia per nulla a Pelè).


Comunque torniamo alla storia.
E' a questo punto che succede l'imponderabile. La cattiva Zorro, aiutata dall'omertà di Nassyria, aizzata dal soffiare di gelosia del dottor House e animata da un istinto di maternità che le è stata negata dal veterinario qualche anno fa, rapisce i gatti di Celeste e li smarrisce! Celeste, cuor di mamma, ne trova tre su quattro (il quarto purtroppo, possiamo ritenere sia finito tra le fauci del feroce Sars o dei giocherelloni Bin e Cermis (sì, sì, sono cani, non disgraziati, lo so).

.
Fine della storia? Ma nemmeno per sogno! Celeste, che non è stupida, ma è testarda, non si arrende, e che ti fa? ruba un gatto di Blancje! Così in due giorni abbiamo sperimentato una serie di furti e contro furti di gatti che paiono più una barzelletta che un amor materno.
Vi basti pensare che siamo arrivati alle segueti configurazioni:
Blancje 3 gatti - Celeste 4 gatti
Blancje 3 gatti - Celeste 3 gatti
Blancje 2 gatti - Celeste 4 gatti
Blancje e Celeste- 7 gatti tutte insieme!
Adesso la situazione è piuttosto stazionaria con Celeste 4 gatti di cui almeno 3 hanno una buona probabilità di essere suoi; Blancje 2 gatti ciccioni come un gattoide di Cassano, Ronaldo e Max Pezzali.

Ovviamente, dopo tutto questo bailamme, se qualcuno volesse uno gattino, si faccia vivo. :)


4 commenti:

  1. Avvincente... meglio di Bruttiful!!!!! :-)
    P.S. i gattini sono proprio teneri!

    RispondiElimina
  2. Una storia coi gatti?! Ma vaff...!! ^^

    Simone

    RispondiElimina
  3. A me le storie coi gatti piacciono.

    PS Damiano è un figo.

    Cadoglio

    RispondiElimina
  4. eh, sì, decisamente meglio debbiuttiful

    e comunque, simone, ti è già andata bene che non ho chiamato la storia: "un gatto caduto da solo"

    Ah, confermo che Damiano è un figo. Un pò malridotto ma è il mio preferito, peccato che ha perso la voce e non riesco più a fargli fare la suoneria per il cellulare. :(

    RispondiElimina